Abbiamo bisogno di te!

Adesione

La DOMO è un’associazione che, in collaborazione con ADMO e ADOCES ha la finalità di promuovere la ricerca di potenziali donatori di cellule staminali emopoietiche. Ad oggi i trapianti, che sono attuati con tecniche sicure e non invasive, sono ancora per molti malati l’unica speranza di salvezza.

Per aderire all’associazione DOMO ODV, e diventare potenziale donatore di cellule staminali emopoietiche attraverso la tipizzazione, rivolgiti al Centro Trasfusionale di Domodossola, presso l’Ospedale S. Biagio di Domodossola. Nel Cusio e nel Verbano puoi rivolgerti alla associazione ADMO Verbano Cusio “Tiziano Beltrami”.

Coachellula: il festival di band emergenti

Si vede bene il logo di Coachellula?Appuntamento Sabato 25 Maggio all’Area Feste di Trontano (Vb)Donatori Ossolani Midollo Osseo@donatoriossolanimidolloosseo @luca_costale @andrealavalle89

Pubblicato da Luca e Andrea su Martedì 21 maggio 2019

 

Coachella Festival è un famoso festival musicale nato in California. Con lo scopo di sensibilizzare i giovani sulle tematiche della donazione e della possibilità di donare le cellule staminali emopoietiche, la D.O.M.O., Associazione Donatori Ossolani di Midollo Osseo, organizza “COACHELLULA”, primo “Festival delle Band emergenti” in Ossola.

Il nome nasce da un gioco di parole: Coachella + Cellula (staminale) = Coachellula!

Coachellula si svolgerà a Trontano, organizzata da DOMO in collaborazione con il Comune di Trontano e la Proloco di Trontano, che ha non solo  offerto lo spazio, ma anche collaborazione. Si svolgerà nell’area feste di Trontano. Per raggiungere l’area feste funzionerà un bus navetta con partenza dalla stazione di Domodossola.

Oggi si è svolta la conferenza stampa di presentazione della manifestazione, con la presenza di Silvia Stelitano, Presidente dell’associazione, e Ermanna Cotti Piccinelli, Michela Fobelli, Renato Broggio, Chiara Paglino, soci o volontari. Erano presenti anche rappresentanti delle band che parteciperanno al festival. 

La grande manifestazione, rivolta in particolare ai giovani, avverrà il giorno 25 maggio 2019 e sarà presentato da Luca Costale e Andrea Valle, che si alterneranno sul palco con le band proponendo interviste, sketch comici e giochi. 

Coachellula  in tre parole? Musica, Solidarietà e Divertimento!

Ogni band avrà a disposizione circa 40 minuti per l’esibizione. L’inizio è previsto alle 17 sul palco si alterneranno 11 gruppi che provengono da due scuole di musica di Domodossola l’associazione Make music musicland e l’associazione Confetture musicali.

 “L’obiettivo – ha detto la presidente della D.O.M.O Stelitano – è sensibilizzare i giovani alla donazione di midollo osseo e celllule staminali. I componenti che partecipano hanno tra i 14 e i 24 anni target ideale per il nostro obiettivo”.

Alle band è stato chiesto di dare un titolo e un’immagine al loro primo ipotetico album, che deve essere collegata al tema della donazione di cellule staminali, al volontariato e al principio di solidarietà e servirà come immagine di presentazione durante l’esibizione delle band sul palco, che spiegheranno come è nato e si è sviluppato il loro progetto e le motivazioni che li hanno spinti a fare quella scelta.

Nei mesi successivi all’evento si renderanno disponibili attraverso canali di distribuzione musicale alcuni dei brani eseguiti nel corso della serata.

PROGRAMMA

  • Ore 17.00: apertura festival con The Rebels, Never Heaven, Uncle Jam e Mati&Edo, gruppi acustici per accompagnare l’orario dell’aperitivo
  • Ore 18.00: inizio live band con i Flexi Mind
  • Ore 19.00: Shapin’Up Ore
  • 20.00: Yellow Fish Ore
  • 21.00: Sound On Ore
  • 22.00: Whynot Ore
  • 23.00: Low Town

A partire dalle ore 17 sarà possibile usufruire del punto ristoro che offrirà salumi, panini, hamburger, hot dog, salamella e patatine fritte, il tutto accompagnato dal servizio bar con aperitivi e dalla birra artigianale del Birrificio Balabiòtt di Domodossola, altra eccellenza locale. Sarà presente anche un punto ristoro gestito dal ristorante “Divin Porcello” 

Le band

The Rebels: Giorgia Stelitano, Letizia Ariola – Never Heaven: Giorgia Kregar, Alessia Failla, Marco Blardone – Uncle Jam: Lidia Quaranta, Nicolò Novaria, Simone Colombo – Mati&Edo: Matilde Fornasari, Edoardo Borri – Why Not: Alberto Formaggio, Simone Mhammed, Christian Dieni, Nicolò Novaria, Eugenio Bruno – Shapin’Up: Edoardo Borri, Marco Gamba, Samuele Ferraris, Alessandro Bleve – Yellow Fish: Stephan Leiter, Pietro Gervasoni, Michael Leiter, – Lowtown: Riccardo Sbaffi, Giulio Rodinò, Alessio Bonzani , Clarissa Giordani  – Sound On: Iaria Mattia, Nicole Colombo, Luca Bionda, Andrea Ameno, Alessio Melacarne – Flexi Mind: Pietro Minacci, Simone Mazzetti, Luca Cirillo, Claudio Cappini.

Grazie a tutti colori che collaborano all’organizzazione

Si ringraziano per l’aiuto e la collaborazione il Comune di Trontano, la Pro Loco di Trontano, la Protezione Civile di Masera e gli Aib di Trontano, Musicland, Confetture Musicali, Luca Costale e Andrea Lavalle, il Birrificio Balabiòtt, il Divin Porcello, Simone Spanò per le grafiche, le band che si esibiranno, tutti volontari, tra cui alcuni impegnatissimi studenti dell’Istituto Marconi Galletti Einaudi di Domodossola, alcuni dei quali già impegnati nelle esperienze di alternanza scuola lavoro presso il Centro Trasfusionale di Domodossola e con le attività di AVIS e DOMO. 

La vignetta dio Sapo dedicata a Coachellula, da ossola.it

Sapo Coachellula
La vignetta tratta da Ossola.it

Concerto di Primavera Solidale

Il giorno 14 aprile 2019, alle ore 21.00, presso la sala conferenze della Comuità Montana Valli dell’Ossola, in Via Romita a Domodossola, il Civico Corpo Musicale di Domodossola, diretto da Luca Agnesa, e, come sopite, la Banda Musicale Alpina di Malesco, diretta dal maestro Mauro Colnaghi, hanno riscosso grande successo di pubblico con il Concerto di Primavera.

Anche quest’anno, come consuetudine per questa manifestazione del Civico Corpo Musicale  di Domodossola, la serata ha avuto uno scopo benefico, con raccolta fondi da destinare a iniziative a finalità solidali. 

Come spiegato in questa intervista a Claudio Giannoni, Presidente del Civico Corpo Musicale, i fondi raccolti in questa serata sono stati destinati alla DOMO:

“L’evento da molti anni riveste un’importante significato benefico, e quest’anno i fondi ricavati dalla serata musicale saranno devoluti all’Associazione domese D.O.M.O. (Donatori Ossolani Midollo Osseo), a cui vanno i nostri ringraziamenti per il supporto organizzativo.
Le due formazioni presenteranno un vasto repertorio musicale che, spaziando in generi anche diversi tra loro, mira a soddisfare i gusti del pubblico regalando a tutti una piacevole serata, senza perdere di vista l’obiettivo di riuscire a dare, tutti insieme, un contributo concreto a sostegno dell’importantissimo lavoro che l’Associazione D.O.M.O. svolge sul territorio.
Musicisti e volontari auspicano pertanto un ampio accoglimento dell’invito a partecipare rivolto a tutta la cittadinanza” (Ossola24.it).

GRAZIE di cuore per l’aiuto da consiglieri, sostenitori, donatori, della DOMO! I fondi saranno destinati per le nostre iniziative di sensibilizzazione e per i progetti avviati. 

Un dono che ti dona

Grande successo ha riscosso il progetto di sensibilizzazione “Il dono che ti dona” promosso dalle associazioni DOMO e ADMO sez. Verbano Cusio, con il sostegno della Fondazione Comunitaria del VCO dedicato agli studenti delle scuole superiori della provincia. Presso il teatro Galletti di Domodossola (26 ottobre) , il Teatro Sociale di Omegna (6 novembre) il Teatro Maggiore di Verbania (14 novembre), oltre 1200 studenti hanno assistito allo spettacolo “Johnny, mio fratello“, in cui la compagnia teatrale “Vento di teatro (intepreti: Patrizia Viscardi, Cesare Tacconi, Riccardo Nazzaroli e Sara Caprera, diretto dall’autore, Domenico Rodinò)” e il gruppo musicale “I Pentagrami (Mauro Olzeri, Cristian Porcu, Fabio Mellerio e Paolo Beltrametti)”, hanno saputo creare un’atmosfera di grande emozione sul tema della donazione delle cellule staminali emopoietiche. Hanno fatto seguito alcune importanti ed emozionanti testimonianze, di persone che hanno saputo con grande immediatezza raccontare ai giovani le loro esperienze di malattia, di attesa di un donatore, di trapianto e di rinascita, di donazione.

Come testimonial ha partecipato anche un grande campione del mondo dello sport, donatore, Stefano Basalini, Guardia Forestale, sette volte campione del mondo di canottaggio.

La speranza è quella di poter contare sulla disponibilità di nuovi potenziali donatori e di suscitare l’unica domanda alla quale francamente è difficile trovare una risposta che possa scoraggiare almeno a pensarci su… perché no?

Servizio VCOAZZZURRA TV

Frankenstein per la DOMO!!

Doktor Frankenstein

Spettacolo di Natale con la “DOMO”, i giovani attori della compagnia teatrale “TNT”, e la scuola di Danza “Butterfly”.

Sabato 3 Dicembre 2016 alle ore 20.45
Teatro LA FABBRICA Villadossola

La Compagnia “Teatro Nuovi Talenti” riprende le sue attività tornando al Teatro “La Fabbrica” di Villadossola con “Doktor Frankenstein?”, sabato 3 dicembre, alle 20.45, nell’ambito dell’evento di beneficenza a favore della 
D.O.M.O. (associazione Donatori Ossolani Midollo Osseo). La Compagnia si ripresenta in scena con la scuola di danza Butterfly: nuovo capitolo di una collaborazione che già può vantare il successo nel 2015 de “Il volo di 
Peter”, musical ispirato alla celeberrima storia di Peter Pan.

“Doktor Frankenstein?” è basato sulla commedia “Frankenstein Junior” di Mel Brooks, a sua volta parodia dell’originale opera di Mary Shelley e delle varie pellicole girate fra gli anni ’30 e ’50. 

Ciò che andrà in scena il 3 dicembre è il risultato di un “esperimento” di successo avviato quattro anni fa da ragazzi fra i 12 e i 16 anni con il nome di “The secret of Beaufort von F.” e da allora riproposto e modificato a più riprese fino a giungere all’importante tappa della Fabbrica, in gran parte confermato nei suoi protagonisti ma anche rivoluzionato dai nuovi arrivi che la Compagnia ha accolto nel corso della sua attività. Attività che ha sempre fatto leva sulla caratteristica peculiare della Compagnia – costituitasi in Associazione nel 2015: è infatti interamente composta di bambini e ragazzi fra i 7 e i 26 anni. E proprio loro saranno in scena, rivestendo i panni dello squinternato dottor Frankenstin e dei suoi aiutanti, facendo rivivere le famose gag di Àigor e di Inga, ovunque pervase dall’umorismo sagace del copione ideato dal recentemente scomparso Gene Wilder. 

Il tutto condito di scene e riadattamenti inediti scaturiti dalla fantasia dei giovani attori e soprattutto della regista Laura Amelotti, che dopo aver curato fin dal 2009 un laboratorio teatrale per ragazzi, ha continuato la sua opera con Teatro Nuovi Talenti, una nuova “creatura” (per usare un termine frankensteiniano) nata proprio da quell’esperienza, che ha seguito passo passo nella sua fondazione e che ora lancia verso l’avventura di questa nuova stagione. 

I biglietti sono in prevendita alla Fabbrica (Villadossola) e all’ufficio proloco di Domodossola (Piazza Stazione, fermata Bus).

Outdoor Cycling

0utdoor Cicling 2016

Maratona benefica con la partecipazione di Elisa Longoborghini

La D.O.M.O. Donatori Ossolani Midollo Osseo organizza la Maratona benefica OUTDOOR CYCLING venerdì 9 settembre a partire dalle 18.00 presso gli impianti sportivi di Masera nel contesto e con  la collaborazione della Festa dell’Uva di Masera che avrà inizio giovedi 8 settembre.

“La manifestazione sportiva”, dice la presidente dell’Associazione D.O.M.O., Silvia Stelitano, nasce dall’idea del nostro consigliere nonché istruttore di spinning Maurizio Tomà che ha pensato di unire sul palco della Festa dell’Uva sportivi che pedaleranno sul posto per tre ore contribuendo con la loro partecipazione alla missione della D.O.M.O. di sensibilizzare la popolazione alla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali raccolte dal cordone ombelicale. Avremo l’onore di ospitare per l’evento la ciclista medaglia olimpica Elisa Longoborghini“. La pedalata, nel contesto di una festa  molto popolare e conosciuta, avrà un pubblico a cui trasmettere l’importante messaggio della donazione del midollo osseo e delle cellule staminali necessaria alla cura di altrimenti incurabili malattie del sangue.La D.O.M.O. si è  avvalsa della collaborazione della Festa dell’Uva, della Palestra Sport Più di Villadossola, di Enervit, di Possetti Autotrasporti, della Farmacia Camisani di Preglia, della Farmacia Fruttaldo di Masera, della Palestra Eurosport di Domodossola e delle Terme di Premia a dimostrazione della grande sensibilità alla causa. La manifestazione è preludio alla settimana nazionale della donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche che si terrà dal 17 al 25 settembre con il nome di “Match It Now” patrocinata dal Ministero della Salute e promossa su tutto il territorio nazionale da CNS (Centro Nazionale Sangue) CNT (Centro Nazionale Trapianti) IBMDR (Registro Italiano Donatori Midollo Osseo) ADMO e ADOCES  e che sarà organizzata  dall’Admo Verbano Cusio “Tiziano Beltrami” il 24 settembre in Piazza Ranzoni a Verbania dove sarà possibile informarsi e aderire alla tipizzazione mediante semplice prelievo di campione salivare per essere iscritti al Registro Nazionale del Midollo Osseo.

Per tener fede alla propria tradizione di legame con lo sport e con le altre Associazioni sul territorio la D.O.M.O. participerà sabato 10 settembre alle 20.30 al torneo di calcio in memoria di Cristiano Oberoffer a Preglia di Crevoladossola con una squadra di amici e sostenitori per un triangolare a scopo benefico con gli Half Black e CRI sezione Giovani.

13° Underbeach 2016

UNDERBEACH 2016

ASD Underbeach, organizza l’unico Circuito di Beach Volley dedicato ai beachers del futuro. 

29 maggio 2016 a Domodossola

sui campi delle Piscine di Domodossola si svolge la prima tappa del 13° Avis Underbeach 2016.

Sponsor di tappa sarà DOMO, Associazione Donatori Ossolani di Midollo Osseo

Il girotondo di Alessandro

Il Girotondo di Alessandro

DOMO partecipa alla manifestazione “Il Girotondo di Alessandro“, una grande festa con la solidarietà protagonista. 

Alessandro è un bimbo di 6 anni di Premosello Chiovenda (VB) affetto da leucemia.

Dall’unione di un gruppo di amici che hanno conosciuto la sua storia è nata l’idea di organizzare un evento con lo scopo di sensibilizzare le persone riguardo la malattia di Alessandro e altre patologie, purtroppo sempre più diffuse negli ultimi anni anche tra i più piccoli.

Poiché Alessandro è un bambino, quale modo migliore per coinvolgere più persone possibile se non tramite un gioco, forse il più vecchio del mondo: il Girotondo, che unisce grandi, piccoli, sportivi e non, insomma persone di ogni tipo ed età.

Ecco perché, per lui e per aiutare i suoi famigliari domenica 3 aprile 2016 si terrà, a Verbania, l’evento “Il Girotondo di Alessandro”.

Tra Intra e Pallanza, intorno al fiume San Bernardino, lungo un percorso di circa 3,7 km, sarà infatti organizzato un grandissimo Girotondo cui potranno partecipare tutti e che, girando nel cuore di Verbania, oltre ad aiutare Alessandro, ricorderà a tutti che con l’impegno, la voglia e la condivisione nessun obiettivo è precluso.

Il ricavato della manifestazione sarà interamente devoluto alla famiglia di Alessandro grazie al contributo minimo di un euro versato da ogni partecipante.

“Il Girotondo di Alessandro” sarà organizzato dal Comune di Verbania, che ha sostenuto in pieno l’idea di un gruppo di amici che ha unito le proprie competenze e la voglia di dare corpo a un progetto benefico in grado di trasformarsi in un grande evento sociale.

La manifestazione sarà in collaborazione con ADMO che sarà presente dando la possibilità di effettuare la tipizzazione del proprio midollo osseo e richiedere informazioni per una eventuale donazione.

Per la buona riuscita del “Girotondo di Alessandro” sarà indispensabile l’adesione di scuole, asili, Associazioni di volontariato, Società Sportive e semplici cittadini che partecipando al Girotondo uniranno la possibilità di divertirsi e fare al contempo del bene.

Si calcola che le persone coinvolte saranno circa 4.000: non sarà record da Guinness dei Primati, ma ben poche altre città potranno vantarsi di aver toccato una quota simile; a parte i record, che interessano relativamente a chi ha avuto l’idea de Il Girotondo di Alessandro, quello che conta è che tutta Verbania, e perché no l’intera Provincia, si uniscano in una giornata di festa e di grande divertimento per aiutare Alessandro.

Mostra benefica di Giorgio Stefanetta

Mostra benefica

4, 5, 6 Dicembre 2015
Sala Falcioni, Cappella Mellerio, Domodossola (VB)

Siete tutti invitati alla mostra di opere dell’artista Giorgio Stefanetta “OPERE GRAFICHE (Dal mito allo stato d’animo)”.

L’intero incasso sarà devoluto all’associazione D.O.M.O., impegnata sul territorio per la promozione e sensibilizzazione alla donazione di cellule staminali da midollo osseo, da sangue periferico e da cordone ombelicale.

Donazione cellule cordonali: chiarimenti dal ministero

Lorenzin

Risposta del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin in merito alla donazione del cordone ombelicale

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a seguito dell’interrogazione parlamentare presentata dall’onorevole Adriano Zaccagnini che chiedeva chiarimenti riguardo al programma nazionale di donazione solidale del sangue cordonale, ribadisce e sottolinea che la procedura di donazione e raccolta “è adeguata a tutelare la salute della madre e del neonato donatore, da un lato, e a garantire la conservazione di unità cordonali conformi agli standard di cellularità richiesti per il trapianto, offrendo importanti opportunità terapeutiche a molti pazienti”.

In sostanza, dunque, il Ministro conferma  la valenza sociale e sanitaria della donazione solidale del sangue cordonale, bene comune da raccogliere e conservare nelle banche pubbliche: oltre 1300 sono quelle già utilizzate per i trapianti.

A questo link è possibile consultare i testi dell’interpellanza (Interrogazione a risposta scritta 4-07564, 16 gennaio 2015, seduta n. 364) e della risposta del Ministro Lorenzin (Risposta scritta pubblicata Venerdì 31 luglio 2015
nell’allegato B della seduta n. 473)

Considerazioni espresse dalla Federazione Italiana ADOCES

Gli aspetti più rilevanti che sono stati approfonditi:

1. la donazione del sangue cordonale è un interesse primario per il Servizio Sanitario Nazionale ed è consentito donare e conservare il sangue del cordone ombelicale a scopo solidaristico e a fini di trapianto. Il SSN garantisce la ricerca e il reperimento di cellule staminali emopoietiche, incluse quelle del sangue cordonale, a scopo di trapianto allogenico, presso registri e banche nazionali ed estere.

2. la raccolta può essere avvenire solo previo consenso informato delle neomamme, le quali devono rispondere ai stringenti requisiti di selezione, a tutela della salute del neonato e delle stesse madri.

3. la raccolta del sangue cordonale non interferisce con la normale assistenza al parto ed esclude ogni rischio per madre e neonato. Viene effettuata dopo il parto secondo standard operativi definiti e internazionalmente riconosciuti, ad opera di personale ostetrico specificatamente formato, delle divisioni di ostetricia delle aziende sanitarie pubbliche e/o private accreditate.

4. nel rispetto del fisiologico svolgimento del parto e del secondamento, il clampaggio del cordone ombelicale alle donne che hanno chiesto di donare, avviene dopo un tempo di 60 secondi dal parto disposizioni decise, da subito, in base alle indicazioni scientifiche della SIN Società Italiana di Neonatologia. La donazione può essere fatta anche con parto cesareo.

5. i risultati di studi clinici effettuati sui diversi tempi del clampaggio confermano che la scelta operata in Italia dalla rete delle banche cordonali, in piena condivisione con i punti nascita afferenti, “è adeguata a tutelare la salute della madre e del neonato donatore, da un lato, e a garantire la conservazione di unità cordonali conformi agli standard di cellularità richiesti per il trapianto, offrendo importanti opportunità terapeutiche a molti pazienti”.

6. negli ultimi dieci anni sono stati oltre 1300 i trapianti di cellule staminali emopoietiche da sangue cordonale eseguiti nel mondo con le unità donate dalle mamme italiane. Solo nel 2013, sono stati 4334 i trapianti eseguiti nel mondo in pazienti che non avevano in famiglia un donatore compatibile.

7. il Cento Nazionale Sangue e il Centro Nazionale Trapianti sono gli organi deputati a svolgere, per i rispettivi ambiti, le funzioni di coordinamento e di aggiornamento tecnico-scientifico e di vigilanza della rete delle banche italiane.

8. Il settore è ampiamente normato per i diversi aspetti, sulla base delle attuali evidenze scientifiche, nel rispetto dei requisiti di qualità e sicurezza in conformità degli standard europei ed internazionali, a garanzia e tutela della salute del donatore e del ricevente.

9. Azioni che spingono ad una non corretta informazione mediatica scoraggiano le coppie dalla donazione solidaristica del sangue cordonale.

Segreteria Programma Sangue Cordonale – Federazione Italiana ADoCes